Alfonsine

| AlfonsineStrade, ponti e edifici pubbliciFoto aeree e panoramiche | La 2° Guerra Mondiale | Piazza Monti |

Un libro su Alfonsine
"E' Café d'Cài" 

(clicca qui, è tutto sul web)

Questo sito è ideato e gestito interamente da Luciano Lucci

aprile1945.JPG (56951 byte)
Casa del fascio
(sei qui)

aerea_alf_da_casapopolo_193.jpg (171557 byte)
Piazza Monti 19
38

aerea_aurora_chiesa_lazzare.jpg (166672 byte)
La chiesa e il Lazzaretto anni '30

violina_dallalto_small1.jpg (11751 byte)
Dal ponte vecchio alla piazza Monti

aerea_alf_1944_orizz.jpg (113685 byte)
Foto aerea di Alfonsine del 1944

aerea_alf_distrutta.jpg (165415 byte)
Come venne distrutto tutto il paese vecchio

chiesadistrutta.jpg (73662 byte)
La chiesa Santa Maria


 
piazza Monti distrutta
Piazza Monti distrutta

municipio_distrutto.jpg (40722 byte)
Il Municipio distrutto

casa_lugaresi_distrutta.jpg (37493 byte)
Casa Lugaresi

ricostruzione1.jpg (120118 byte)
Alfonsine dopoguerra

 

 

Il lato ovest della vecchia Piazza Monti

 Là dove c’era la Casa del Fascio

Quando dal 1874 la Piazza Monti ebbe la sua forma definitiva di fianco al Municipio c'era una piazzetta con alberelli, su cui davano botteghe e uffici. 

Nel 1928 un gruppo di gerarchi fascisti alfonsinesi, Monti Mario, Vecchi Luigi, Camanzi Antonio, Dradi Fedele, a nome dell'associazione fascista OND (Opera Nazionale Dopolavoro creata nel 1925 dal regime fascista col compito di occuparsi del tempo libero dei lavoratori) fece richiesta  al podestà Scapinelli di utilizzo dell'area di fianco al municipio per costruirvi un edificio denominato "Casa del Fascio

casa-fascio-in-costruzione.jpg (196870 byte)

CASA-FASCIO-IN-COSTRUZIONE2.jpg (47056 byte)

 

casa_fascio_appena_finita.jpg (413759 byte)

Nel 1929 l 'opera era già compiuta. Il costo di tale opera fu poi rimborsato ai suddetti intestatari nel 1935, con l'acquisto da parte del Comune della Casa del Fascio per 500.000 lire. 

casa-fascio-interno-senza-d.jpg (117708 byte)

Nella Casa del Fascio al primo piano c'era un salone per balli e riunioni e una sala col gioco del biliardo, con gli uffici del Partito Fascista. 

casa_fascio_fronte.jpg (204797 byte)

Al pian terreno, alla destra del portone d'ingresso, c'era il salone da barbiere dei fratelli Scudellari. Al centro il portone di ingresso. Tra laCasa del fascio e il Municipio si spostò in quegli anni l'edicola Pagani-Lolli, come si può notare nella foto sopra, e in quella sotto.

 

casa_fascio1928.jpg (102822 byte)

Alla sinistra c'era il Caffé dla Beatriz, Beatrice Borchi, zia di Tereo (Terio) e Luigi (Gigino) Minarelli, due fratelli con cui gestiva il caffé. Nel dopoguerra i fratelli Minarelli costruirono e gestirono il bar Minarelli fino ai primi anni '60 (oggi caffé del Corso).

gruppo-davanti-casa-fascio.jpg (78057 byte)

da sinistra: Dott. Pasini, Giuseppe Argelli (Scussén), guardia municipale, Corrado Santoni in primo piano, poi Marcello Mariani, il podestà, davanti alla colonna Fausto Vecchi. la donna non è stata riconosciuta, né l'uomo dietro. Da destra: Aurelio Tarroni segretario del PNF, dott. Stella, farmacista, poi più dietro Ugo Focaccia.

casa_fascio_persone.jpg (165917 byte)

 L’assalto alla Casa del Fascio

 Il 26 luglio del 1943 con la caduta del governo Mussolini molti cittadini alfonsinesi manifestarono la loro gioia dando l'assalto alla Casa del Fascio. 

(clicca qui per saperne di più)

casa_fascio_assalto.jpg (131473 byte)

 

Piazza Monti e la Casa del Fascio
distrutte dalla guerra


(Un click sulle immagini per vederle ingrandite)

Quando i tedeschi decisero di radere al suolo anche tutto il vecchio centro alla destra del fiume Senio non risparmiarono certo la Casa del Fascio, e con lei tutta la piazza Monti.

piazza_distrutta_3_lampioni.jpg (452348 byte)

Al centro le macerie della Casa del Fascio e del palazzo Lugaresi di Antonio Camanzi.
 Si noti la fontanella con la donna a prendere l'acqua

 Dalla Casa del Fascio alla Sezione PCI

 Come si vede dalla foto, dopo la fine della guerra, molti volontari andarono a recuperare i mattoni della Casa del Fascio per costruire nel paese nuovo la sede del Partito Comunista Italiano.

alfonsine-distrutta1.jpg (134464 byte)

 Dal dopoguerra ad oggi

 Negli anni '60 il Comune di Alfonsine decise di costruire una nuova sede per gli scolari delle elementari di destra Senio e utilizzo lo spazio vuoto dell’ex-Casa del Fascio ereditato dal regime fascista. Negli anni '70 qui furono poste le classi di scuola media a tempo pieno, attesa della costruzione della nuova scuola in via Murri.

Oggi 2008 là dove un tempo c'era la Casa del fascio c'è la sede della Polizia Municipale, dell'AVIS e delle Associazioni di Volontariato alfonsinese.

piazza-monti-monumento-oggi.jpg (98156 byte)

casaincomune.jpg (571218 byte)

| AlfonsineStrade, ponti e edifici pubbliciFoto aeree e panoramiche | La 2° Guerra Mondiale | Piazza Monti |