Alfonsine

| Alfonsine | Ricerche sull'anima di Alfonsine | Albero genealogico dei Garavini |

Fausta Garavini

 

Fausta è nata a Bologna nel 1938, ma la sua famiglia ha radici profonde in Alfonsine. Nel 1920 Costanzo Garavini, suo padre nato ad Alfonsine nel 1898, e due suoi giovani amici alfonsinesi, i fratelli Pasquale ed Enrico Montanari, si trasferirono a Budrio dove rilevarono una tipografia in società. Costanzo portò con sé, la mamma Faustina e lo zio Don Antonio che sono sempre rimasti a vivere con lui. Dopo qualche anno a Budrio, il terzetto degli alfonsinesi si sciolse. Enrico Montanari rimase sul posto mantenendo la tipografia. Suo fratello Pasquale tornò ad Alfonsine e si mise a vendere cappelli.

Costanzo  si trasferì a Bologna (dove entrò alla Tipografia Azzoguidi), sempre insieme alla mamma e allo zio. Qui conobbe la sua futura moglie Anna Geminiani, nata  a Bologna nel 1906 e qui abitava. Anche lei era di famiglia originaria di Alfonsine, (il padre alfonsinese, Giuseppe Geminiani, aveva lasciato il paese e si era stabilito a Bologna dove faceva il barbiere). Si sposarono  tardi, nel 1937. Nel 1938 ebbero la figlia Fausta. 

Nel 1943 suo padre Costanzo, fu chiamato a Firenze alla direzione tecnica della casa editrice Marzocco. Fausta ha quindi vissuto a Firenze dove abita tuttora, ma fin da piccola andava d’estate al Fiumazzo da sua zia Santina (sposata a Carlo Vassura) ed è sempre tornata ad Alfonsine dove ha ancora amici e parenti.

Nel 1996 fu invitata dal Comitato Montiano di Alfonsine a presentare il suo libro "Diletta Costanza "

Nella foto a sinistra con Renzo Savini (sindaco di Alfonsine) e Luigi Mariani, pres. del Comitato Montiano di Alfonsine

Ha scritto saggi e romanzi. Nel 2014 Fausta Garavini ha ottenuto anche il Premio Tarquinia Cardarelli per la storia della letteratura e la filologia. Alcuni dei suoi libri sono stati tradotti in francese. Studiosa di letteratura francese e occitanica, traduttrice e scrittrice, ha insegnato alla Facoltà di Lettere di Firenze. Autrice della traduzione integrale dei "Saggi" di Montaigne (1966, con nuova edizione Bompiani del 2014), è  redattrice di "Paragone-Letteratura" dal 1972, dove ha pubblicato diversi racconti. Fra i suoi romanzi, "Gli occhi dei pavoni" (1979), Diletta Costanza (1996, con riedizione 2015), "Uffizio delle tenebre" (1998), "In nome dell'Imperatore" (2008). Presso Bompiani ha pubblicato "Storie di donne" (2012) e i romanzi "Diario delle solitudini" (2011) e "Le vite di Monsù Desiderio" (2014), vincitore del Premio Selezione Campiello e del Premio Manzoni per il romanzo storico).

 

"Le storie" su RAI 3 di Corrado Augias con Fausta Garavini

andata in onda il 24 aprile 2012
(clicca sull'immagine qui sotto, ma se dopo le due pubblicità il video si blocca, occorre ricaricare)

fausta-TV.jpg (94353 byte)

| Alfonsine | Ricerche sull'anima di Alfonsine | Albero genealogico dei Garavini |