11.jpg (70199 byte)

Il Circo "Bidon"

| Alfonsine | Ricerche sull'anima di Alfonsine

2018: IL CIRCO BIDONE è TORNATO…

dopo 23 anni, giovedì 19 luglio 2018, alle 5 della sera, sono arrivati in piazza Resistenza ad Alfonsine.

 

Il Circo Bidone nel 2016 era ritornato  in Italia dopo 20 anni.

Nel 2017 ci abbiamo provato anche noi a farlo arrivare in Romagna e  ancora ad Alfonsine...

e ora nel 2018 il progetto si è avverato

(un click sulle foto per averne un ingrandimento)

3.jpg (239581 byte)

 Francois e Luciano

alice mascia con francois.jpg (618920 byte)

 Francois  e le figlie di Luciano: Alice e Mascia

io e francois a casa di alice.jpg (538401 byte)

   Luglio 2018: a casa di  Alice Lucci

 

 

(Alice Lucci) 

"Non ricordo più quanti anni io avessi. Ero una pischella.
Loro assomigliavano al mondo, a quello che sta oltre, a un mestiere delle favole. 
C'erano galline che facevano le equilibriste e un prato su cui ci si sedeva senza biglietto. 
Li ricordo a casa mia, tanti. A fare la doccia, forse a mangiare qualcosa. 
E sono sicura – j'en suis vraiment convaincue – che quello sia stato un incontro/pedina, di quelli che in qualche modo ti segnano i sentieri.
Rivedere François attraversare il fiume Senio è stato emozionante.
Quando incontro qualcuno che risponde: "Ma certo, wow, il Circo Bidone!" mi sembra che appartenga a un circolo segreto di cui faccio parte da quando ero pischella.
E quando incontro qualcuno che ha dovuto aspettare fino ad oggi, allora dico "Allez-y, andate! Andate!"

 

(Luciano Lucci)

Avevo contattato l’associazione “Teatro Necessario” che ha organizzato nel 2016 la tournée del Circo Bidone in Italia. Avevo chiesto se venivano anche ad Alfonsine: “Sarebbe fantastico – mi rispose il loro rappresentante Leonardo Adorni - ho parlato di te con Francois ed ha un bellissimo ricordo di Alfonsine. La tournée del circo per quest’anno si ferma in Emilia. Come sai non si possono fare tanti km per spostarsi.”
Il problema sta appunto qui: lo spostamento dalla Francia in Italia e il ritorno non può avvenire coi carri e cavalli sulla strada ma con camion. "Il costo è altissimo, diciamo una follia" - mi fu detto.

Poi in un pomeriggio dell'inizio 2017 una sorpresa che proprio non mi aspettavo: mi telefona François Rauline, quello del Circo Bidone “Sono ad Alfonsine ci prendiamo un caffè?”
Così ci siamo trovati al Gulliver dove ci eravamo conosciuti nel 1995. 
Avevamo un sogno da realizzare: far venire ad Alfonsine il circo Bidone nell’agosto del 2018,  organizzando un tour da Pennabilli a Verrucchio, poi a Rimini Cervia Ravenna Russi Alfonsine Lugo Imola…
Furono contattate tutte le amministrazioni locali per ottenere spazi e permessi e anche un piccolo sostegno finanziario (le spese del viaggio dalla Francia in Romagna e ritorno sono molto alte, ma se le dividiamo tra tutti allora si poteva fare). Parlarono con il vice-sindaco di Alfonsine che si è disse interessato, ma poi ci voleva una decisione (il contributo per ogni comune sarebbe stato di poche migliaia di euro - una due tre - a seconda della grandezza del comune, e del numero di comuni coinvolti).
Io mi impegnai a sostenere questo progetto, stimolando l'adesione di alfonsinesi nei social locali.

francois2017.jpg (587986 byte)

francois e monica.jpg (36381 byte)

Di nuovo al Gulliver il 22 febbraio 2017, dopo più di 20 anni

François Rauline, Luciano Lucci e Leonardo Adorni  Monica Zardi e François 

... ecco il progetto, diventato realtà

manifesto pubblicitario.jpg (140876 byte)

TAPPE DELLA TOURNÉE:

 

PENNABILLI, Parco Begni - dall’11 al 16 giugno 
RIMINI, Piazza dell'Acqua del Parco Marecchia - dal 19 giugno al 1 luglio
SANTARCANGELO DI ROMAGNA, Area Campana - dal 3 al 5 luglio
GAMBETTOLA, Parco Fellini - dal 7 al 10 luglio

COTIGNOLA (RA), Parco Pertini - dal 13 al 18 luglio

ALFONSINE (RA), Piazza della Resistenza - dal 20 al 22 luglio

FUSIGNANO (RA), Parco delle Scuole - dal 24 al 27 luglio

CASTEL BOLOGNESE (RA), Piazzale Roma / Prato della Filippina - dal 29 luglio al 2 agosto

CONSELICE (RA), Area verde Scuole / Palazzetto dello Sport - dal 4 all’8 agosto

BUDRIO (BO), Piazzale della Stazione / Via Verdi - dall’11 al 13 agosto

ARGELATO, Parco di Villa Beatrice - dal 15 al 18 agosto

BOLOGNA, Parco 11 Settembre 2001 - dal 20 agosto al 5 settembre

 

luglio 2018

Di nuovo insieme ad Alfonsine, poi... 
(foto di Natalina Bartolotti, G. Contessi, Sabrina Galletti, Loredana Graziani, D. Guerrini, A. Lucci, A. Vistoli)

(un click sulle foto per averne un ingrandimento)

François Rauline con Luciano Lucci nel 1995

3.jpg (239581 byte)

François Rauline con Luciano Lucci nel luglio 2018

 

francois blonde.jpg (47662 byte) FRANCOIS.jpg (61009 byte)

              2.jpg (555793 byte)

  François al Gulliver 20 luglio 2018

(un click sulle foto per averne un ingrandimento)

5.jpg (217414 byte) 4.jpg (223019 byte)
1.jpg (305682 byte) 6.jpg (183039 byte)
11.jpg (70199 byte) 7.jpg (257555 byte)
8.jpg (297062 byte) 10.jpg (93435 byte)
cavalli3.jpg (822679 byte) cavalli4.jpg (133776 byte)
cavalli1.jpg (742211 byte) cavalli2.jpg (594399 byte)
gulliver.jpg (479538 byte) francois2.jpg (608442 byte)
montaggio.jpg (506928 byte) contessi e francois.jpg (115332 byte)
giorno.jpg (114384 byte) montaggio finito.jpg (440478 byte)
francois carretto.jpg (95610 byte) musicisti.jpg (114308 byte)
in fila.jpg (77669 byte) in fila2.jpg (86906 byte)
in fila3.jpg (75441 byte) sera1.jpg (401084 byte)
cavallo prova.jpg (429534 byte) cavallo prova2.jpg (383467 byte)
di notte.jpg (71980 byte) notte2 intervallo.jpg (43523 byte)
inizio.jpg (299564 byte) panoramica1.jpg (255595 byte)
cantanti.jpg (80884 byte) tutti verso il pubblico.jpg (67516 byte)
sera.jpg (485890 byte) mulo1.jpg (277998 byte)
mulo e ragazza.jpg (129210 byte) notturno.jpg (475597 byte)
musicanti.jpg (274904 byte) cielo.jpg (132100 byte)

... verso Fusignano

(un click sulle foto per averne un ingrandimento)

natalina17.jpg (127810 byte) natalina20.jpg (523200 byte)
natalina18.jpg (517386 byte) natalina19.jpg (520987 byte)
io in bici.jpg (534282 byte) natalina21.jpg (455351 byte)

... a Fusignano
(un click sulle foto per averne un ingrandimento)
io caRRO 3.jpg (137242 byte) io carro2.jpg (474467 byte)
fusignano 1 io sul carro.jpg (72036 byte) natalina23.jpg (466555 byte)

 

alice sul carro.jpg (118045 byte) (Alice Lucci)  

Il CIRCO BIDONE non ha cammelli da mettere in punta dei piedi. Ma galline intelligenti che sanno restare ferme sui fili. E fanno le uova – ma non sui fili. 
Il CIRCO BIDONE non usa scimmiette per ammaliare le pecore, non accende i fuochi d'artificio, non riempie gli stadi. Ci sono cavalli che mangiano erba e fieno in silenzio. E un mulo che rimane sempre per ultimo a osservare. I prati appartengono ai paesi che li ospitano. E il palco è un circo – un cerchio – inventato per terra.
Le acrobazie sono fatte della materia dei sogni. 
E i sorrisi del pubblico hanno a che fare con la pancia dei bambini e le farfalle nello stomaco. 
Il CIRCO BIDONE è fatto di poesia umana. 
E di umanità poetica.

 

fusignano1.jpg (166177 byte)

fusignano 7.jpg (145143 byte)

natalina25.jpg (159605 byte)
Sono arrivati a Fusignano.
Dal 24 al 27 luglio 2018
Nel giardino delle scuole.

I saluti diventano poi ricordi.
Avremo nel nostro magazzino della memoria questi vicini di prato unici, gentili, rispettosi.
Il Circo Bidone lascia Fusignano.
Buon viaggio, buona strada, bonne route.
Et au revoir Cirque Bidon

(Alice Lucci) 

 

Mentre cliccando qui si trova il loro sito .

François Rauline 
e il suo Circo Bidone 
 
(di Luciano Lucci )

Il Circo Bidone ci fece compagnia, la prima volta, in una delle calde settimane di luglio 1995 ad Alfonsine. Era stato invitato e ospitato dal circolo culturale "Alice nelle città", di cui facevo parte, proprio nel cortile del Gulliver. Li ingaggiammo e li sistemammo di fianco al Gulliver. Io li andai a prendere da Glorie di Bagnacavallo dove avevano tenuto il loro ultimo spettacolo nel campetto dell'oratorio. Salii su uno dei loro carri  e feci il tragitto fino ad Alfonsine come guida di strade traverse. Arrivammo in piazza Monti: ero sul carro ma nessuno mi riconobbe, si vede che mi ero ben integrato. 

circo-bidon-gruppo1.jpg (170331 byte)

1995  dopo Alfonsine a Lugo   (foto di Sabrina Galletti)
(un click sullA foto per averne un ingrandimento)

 

Durante diverse serate passate di fianco al Gulliver, dove si tennero vari spettacoli del circo,  stavamo insieme a cena, a chiacchierare. Una volta li invitai tutti a casa mia a fare un pranzo e una doccia: apprezzarono molto!

 

   


François Rauline con Luciano Lucci nel 1995

  

François Rauline nel 2012

   

Un bellissimo filmato del Circo Bidon ad Alfonsine nel 1995

  Questo video fu registrato da Gianfranco Errani Videozoom nel 1995 ad Alfonsine (Ravenna): Francoise & company nella scena del pericolosissimo numero delle galline funamboliche. 

Circo Bidone dal TG3 regionale Emilia Romagna del 3 agosto 2018

Dopo Alfonsine, Fusignano, Castelbolognese, 
in marcia verso Conselice

 

"Andiamocene con loro!"

FRANCOIS GIORNALINO.jpg (743813 byte)

Intanto gli dedicammo la prima pagina del giornalino del gruppo

(un click sulle foto per averne un ingrandimento)

Questo piccolissimo circo era (ed è ancora oggi) composto di vari artisti di strada che avevano tutti in comune una cosa: il piacere del nomadismo, il senso di vita comunitario, il bisogno di movimento, oltre all'amore per l'arte circense: molti di noi si innamorarono di quel modo di essere e per un attimo qualcuno pensò: "Andiamocene con loro!".

 



carro1.jpg (147337 byte)

francois.jpg (258434 byte)

François Rauline 
nel 1995



carro2.jpg (136345 byte)

(Foto di Sabrina Galletti)

Lo avevo contattato via mail nel 2012 e mi rispose così 

"Ciao Luciano, 
Sono apena ritournata a casa mia (dove ce l'officio), notro giro si finice il 23 settembre. Sicure mi ricordo molto bene di alfonsine e amici. 
Mi manqua la generosita del publico italiano y mi placerebe di riturnar fare un giro...
Pero il circo funcionne sempre bene in Francia, sempre con les carrozzoni e cavalli.
un abbraccio
François"


(sett. 2012)

Francois-Rauline-Bidon.jpg (58944 byte)

carri.jpg (97154 byte)

Foto di Sabrina Galletti


Nel 2016 ci eravamo incontrati di nuovo

carri10.jpg (745182 byte)

François Rauline con Luciano Lucci 
nel 2016 ad Argelato

 

François Rauline nel 2016

Lo re-incontrai ad Argelato. il 25 luglio 2016. Spettacolo splendido. Salutò tutta Alfonsine. Mi riconobbe subito: "Alfonsine, professore...." "Sì- gli ho risposto io - luglio 1995!!!"

 Il luogo dove era collocato il circo era perfetto: Parco di Villa Beatrice, davanti alla Villa. Lì c'è un Centro Sociale anziani che danno da mangiare piadine e crescentine (speciali queste), con affettati vari a un euro e mezzo.

 

carri2.jpg (141466 byte)
Foto di Sabrina Galletti

bidone-carro-e-ragazzai.jpg (133382 byte)


Foto di Sabrina Galletti

cavallo-e-ragazza.jpg (219154 byte)

Foto di Sabrina Galletti

carro3.jpg (154732 byte)

Aprire e mantenere aperta la porta che separa i nostri emisferi cerebrali,  ecco… questo è viaggiare

Già perché il viaggiare che più ci interessa è quello che riesce a combinare le energie, i segni, le atmosfere urbane con quelle degli spazi desertici, delle valli e paludi, dei vari luoghi di nomadismo.  

Viaggiare, allora, con continui spostamenti, ma rallentati, forse non passando più di tre notti in una città o in uno stesso luogo, accettando qualsiasi cosa avvenga, muovendosi guidati da segni e coincidenze o semplicemente da capricci, andando attraverso i luoghi, ormai tutti recintati dal controllo del potere, ma creando percorsi con un nostro significato e legati a simboli alternativi, non codificabili: solo così nascono nuove mappe inventate e sconosciute al sistema dello spettacolo, che creano l'abbozzo di una geografia sacra e underground. 

Creazione e scoperta di pellegrinaggi in cui i santuari sono le esperienze-picco, a forte intensità. Così il viaggiare diventa come un esercizio spirituale per costruire un proprio territorio esplorato, una mappa 1 a 1, faccia a faccia, senza altra mediazione-rappresentazione. 

Gli Stati-Nazione hanno arraffato tutta la mappa. L’ultimo pezzo di terra non di proprietà di alcuna nazione/stato fu ingoiato nel 1899. Il nostro è il primo secolo senza terra incognita, senza una frontiera da esplorare. La Nazionalità è il principio più alto del governare mondiale. Non un granello di roccia, nei Mari del Sud può essere lasciato aperto, non una remota valle, neppure la Luna e i pianeti. 

Neppure gli atolli del Pacifico, che nel nostro immaginario rappresentavano il paradiso terrestre, sono fuori dal controllo dei "gangsters territoriali": Mururoa ne è diventato il segno terrificante. Il Governo Mondiale, che si basa sugli Stati/Nazione, sulle identità etniche, linguistiche, nazionali, ha creato la "mappa" dei territori di tutto il pianeta. 

La mappa è una griglia politica astratta, fatta col righello e le macchie di colori che formano le nazioni: è un gigantesco imbroglio fatto rispettare col gioco del bastone e della carota che lo Stato esperto e confermato dalla Storia ha imposto finché per la maggioranza degli abitanti quella mappa astratta non è diventata il territorio/nazione. E tutti abbiamo la nostra rassicurante identità. Ma gli Indiani d'America, o i Tuareg del Sahara l'hanno sempre capito che questo era un imbroglio!!! Eppure poiché queste mappe sono un'invenzione, i governi degli Stati/Nazione non possono coprire la terra con una precisione scala 1:1. Essi possono vedere e controllare solo il reticolo nelle sue dimensioni predefinite. Ma tra le pieghe vi possono essere profondità immense, nascoste, che sfuggono al righello/controllo. La mappa non è accurata e non può essere accurata.

Perciò è possibile creare una scienza alternativa, una nuova topografia, una psicogeografia in cui cioè sia la nostra mente a disegnare nuove mappe, e quindi nuove frontiere, perché solo la mente umana ha la complessità sufficiente per modellare il reale.

Viaggiare, come l'arte di rabdomare, cioè cercare spazi (geografici, sociali, culturali, immaginativi) in cui o per negligenza dello stato, o perché non identificati dai controllori, o per altro, sia possibile creare zone temporaneamente autonome, campi di tende nere sotto le stelle del deserto, interzone, oasi fortificate nascoste lungo carovaniere segrete, parti di giungla e di pianure "liberate", paludi e colline, aree proibite, mercati neri e bazar underground, mondi intermedi. 

Il gioco è aperto, ognuno si crei una nuova interzona. Non più luoghi per cercare un'identità, ma per provare intensità, dove poter essere affascinati da mulinelli improvvisi di vitalità, emozioni, sentimenti, innamoramenti, sorprese, incanti diversità, avventura.

Speriamo di incontrarci ancora François!!!

 francois faccia.jpg (113425 byte)

 

pICCOLA STORIA DEL cIRCO bIDONE

Le foto sotto sono di David Monjou
Clicca sulle foto per ingrandirle

francois-b-n.jpg (219554 byte)

francois-b-n15.jpg (240806 byte)

francois-b-n7.jpg (203302 byte)

francois-b-n4.jpg (212219 byte)

francois-b-n16.jpg (198325 byte)

francois-b-n19.jpg (245554 byte)

francois-b-n21.jpg (148516 byte)

francois-b-n5.jpg (222499 byte)

francois-b-n3.jpg (265664 byte)

francois-b-n17.jpg (144711 byte)

| Alfonsine | Ricerche sull'anima di Alfonsine |