Alfonsine

| Alfonsine | Ricerche sull'anima di Alfonsine |

  LA GUERCIA FIGURA GOFFA “1971”

 

Da sinistra Giuliano Pantoli "Bragolin"(chitarra elettrica), Vittorio Bonetti "Bunett" (tastiere), il batterista e cantante Daniele Ferretti, Adriano Tarroni "Adrianaz" (basso elettrico)

 

di Massimo Farina e Luciano Lucci

Tra Alfonsine e Russi nasce nel 1971 il mitico gruppo musicale della Guercia Figura Goffa, in una casa abbandonata di campagna allestita a studio musicale. Erano tutti autodidatti, solo Vittorio Bonetti aveva studiato. Fortunatamente però i componenti della band si rivelarono caparbi e capaci e dopo circa sei mesi fecero il loro primo concerto all'Hotel Morelli di Russi. Un discografico presente al concerto li ingaggiò per la loro prima serata con relativo compenso per un concerto a Reda di Russi appena cinque giorni dopo.

 IL COLPO DI FORTUNA A REDA

 Per un caso fortuito l'allora giovanissimo Maurizio Salvatori "oggi manager di tantissimi gruppi famosi" era alla ricerca di un gruppo che facesse da supporto ai grandi Van Der Graaf Generator che tenevano uno dei loro concerti italiani al Teatro Astoria di Ravenna, il manager sentendoli suonare a Reda se ne innamorò subito e così si ritrovarono a suonare sul palco con i Generator tutto questo in due settimane dall'esordio.

 10 ANNI IN TOURNÉ 
 Da quel momento iniziarono per dieci anni a girare l'Italia in tourné come "spalla" dei Genesis, Renaissance, Quintessenze, Exception; Amazing Blondel e in seguito con il Banco, viaggiando dal Palasport di Reggio Calabria ai teatri delle Alpi, passando per il mitico "Piper" di Roma. Nel 1975 parteciparono al campionato Emiliano Romagnolo per il miglior gruppo rock e si piazzarono al 2° posto dietro ai Litfiba. Quella esperienza però li deluse perché vennero a sapere che il verdetto dei vincitori era già scritto prima del concorso e così anche se moralmente si sentivano i vincitori non parteciparono mai più a nessun concorso. La band nata nel periodo post sessantottino rimarcava quel grido di protesta che si era alzata in quel periodo, il tipo di musica che suonavano venne poi ribattezzato Rock Progressivo. 

Un aneddoto, raccontato da Vittorio Bonetti, incuriosisce e fa capire quanto fossero contemporanee e belle le musiche di questo gruppo in quel periodo storico: "un giorno, dopo un concerto in giro per l'Italia, fui avvicinato dal leader delle Orme, il quale mi chiese di comporre le musiche di mezzo album, perché non avevano abbastanza canzoni per pubblicare il loro nuovo lp che si sarebbe dovuto chiamare Felona e Surona. Voglio ricordare che questo album è divenuto un successo internazionale tradotto anche in inglese per il mercato estero. Ma sono un provinciale" prosegue Bonetti, "sono di Alfonsine e non me la sono sentita di abbandonare il mio gruppo anche perché io ero molto legato e riconoscente verso i miei compagni, loro che mi avevano pagato tutti i miei strumenti musicali".

Il gruppo si sciolse nei primi anni ottanta in amicizia e senza rancori.

Manifesto.jpg (159251 byte) Guercia_01.jpg (175992 byte) Guercia_03.jpg (120819 byte)
Guercia_05.jpg (108272 byte) Guercia_06.jpg (101963 byte)

Guercia_07.jpg (165112 byte)

Guercia_08.jpg (108581 byte)

Guercia_11.jpg (122300 byte)

Guercia_12.jpg (184725 byte)

Guercia_10.jpg (189553 byte)

Guercia_13.jpg (183426 byte)

Guercia_09.jpg (173367 byte)


Le ispirazioni musicali erano i Pink Floyd, i Jethro Tull, i Genesis e gli Emerson Lake Palmer, i testi erano tutti inerenti alla pazzia, alle torture nei manicomi, alle torture psicologiche, alla follia di chi governava il mondo in quel periodo, erano testi di vera protesta. Lo stesso nome Guercia Figura Goffa riprendeva quel modo di camminare delle persone un po' strane o diverse nell'aspetto fisico. Il gruppo ebbe una buona carriera concertistica, ma senza riuscire a pubblicare alcun album.

ll loro unico 33 venne stampato solo nel 1982, in tiratura limitata autoprodotta, con vecchi brani ri-arrangiati ed il nome abbreviato a Guercia sulla copertina, è finito nel libro "Il ritorno del pop italiano" tra i 100 migliori dischi del decennio 70/80 e grazie a questo, Guercia, è stato ristampato finalmente in CD dalla Mellow Records.  

 

guercia copertina retro.jpg (162975 byte)

Per i collezionisti

Album piuttosto difficile da trovare, a causa della limitata tiratura e della distribuzione privata, 'Guercia figura goffa' non è mai stato ristampato in vinile in alcuna forma, ma si trova ancora alle fiere del disco, anche se mai a prezzo basso. (Su e-bay a 80 euro). Ha una copertina singola piuttosto anonima. Alcuni dicono tuttavia che ci sia stata una seconda stampa fatta dai componenti del gruppo negli anni '90, questo potrebbe essere confermato dall'esistenza di molte copie autografate.

La ristampa in CD della Mellow, intitolata Guercia figura goffa plus, vale la pena di essere presa in considerazione, contenendo quattro brani aggiuntivi dei primi anni '70 per oltre 35 minuti.

Assolutamente da non perdere l'ascolto su youtube del loro pezzo forte intitolato "Guercia Figura Goffa". Il tastierista Vittorio Bonetti successivamente ha pubblicato un album da solo nel 2002, intitolato Anime marine.

Il batterista e cantante Daniele Ferretti ha realizzato un CD nel 2006 sotto il nome di Gil'O.

  

UNICO CD PUBBLICATO DAL GRUPPO  
cliccare sui titoli per ascoltare i brani

1. Guercia figura goffa 5. Tigna 9. L 'omino delle candele
2. Datteri e banane 6. Non sono più nel vocabolario 10. Mosaico
3. "N" 7. Viaggio 11. Nascere pazzo
4. Paparazzo 8. Fine settecento 12. Astrobarca

| Alfonsine | Ricerche sull'anima di Alfonsine |