Alfonsine

  
| Alfonsine | Ricerche sull'anima di Alfonsine
| Vagabondaggi 3
 

Il boschetto dei tre canali

a cura di Luciano Lucci

La foto mostra il cosiddetto Boschetto dei Tre Canali, Stazione 2 della "Riserva Naturale Speciale di Alfonsine", istituita nel 1990, e che fa parte del gruppo 'Riserve naturali regionali'. 

un vero e proprio triangolo di verde stretto all'incrocio dei canali Tratturo, Arginello e Canalina. 

 

 Fu per la presenza di questa (foto a destra) campanella (specie protetta) che questa area ottenne la protezione da parte della Regione E-R.
Il merito fu di Graziano Rossi e in parte anche mio.   

Infatti quando nel 1984 (circa) fui interpellato da Graziano Rossi per richiedere alla Regione Emilia-Romagna di creare ad Alfonsine un'oasi protetta nello stagno della ex fornace, che stava per essere concesso in gestione a un gruppo di pescatori per farne un'area di pesca a pagamento, (su questo vincemmo la battaglia per la presenza qui della tartaruga palustre, anche lei specie protetta), io suggerii a Graziano di inserire nella richiesta alla Regione altre due zone per le quali chiedere la definizione di oasi protette: una era il tratto dell'ex-Santerno che dal Chiavicone si immetteva in Reno (la sua protezione fu ottenuta per merito delle pipistrelle di Tebano che venivano a nidificare nel soffitto del vecchio chiavicone), l'altro era questa specie di isola triangolare, che nei miei ricordi giovanili era stata battezzata 'Isola di Wight', e dove avevamo praticato qualche giornata da nudisti.

 Nel bosco si era insediata una piccola garzaia e vi nidificava assieme a garzette, nitticore e aironi cenerini. 

mappa-riserva-tre-canali.jpg (187186 byte)

| Alfonsine | Ricerche sull'anima di Alfonsine | Vagabondaggi 3