caseggiato-oggi-dollaro.jpg (300873 byte)

Alfonsine

 

 


| Ricerche sull'anima di Alfonsine | Torna a "E Stradò" |

Casa detta "la Rocca" poi magazzini Faggioli
poi "La Busa", 
e oggi (2021) 'Tigotà'

Parco della Rimembranza

 (cliccare o toccare le immagini per averne un ingrandimento)

NEI PUNTI 15 e 16  

(della mappa a destra) 

PRIMA DELLA GUERRA C'ERANO: 

I casetti, il magazzino di Faggioli
 e il Parco della Rimembranza

Fin dai primi del '900 nel punto 15 c'era un'antica costruzione con tre casetti e magazzini, detta "La Rocca"

 Negli anni '20-30 fu acquistata e riedificata dalla famiglia Faggioli. Furono mantenuti tre casetti contigui e i magazzini, detti appunto "i Magazzini Faggioli".

Questi vennero demoliti in parte quando nel 1941 fu fatto il ponte nuovo e il nuovo tratto della via Reale. 

 

 (cliccare o toccare le immagini per averne un ingrandimento)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per il rimanente ci pensò la guerra.

busa-distrutta.jpg (439348 byte)

 

 

inizio-corso-prima-41.jpg (179726 byte)

Prima del 1941

marle-aerea-prima-guerra.jpg (290588 byte)

casetti.jpg (98293 byte)

Dopo il 1941

mappa-con-tutto.jpg (1297506 byte)

Nel dopoguerra 

Nel dopoguerra i resti di tre casotti contigui della famiglia Faggioli giacevano anche nella zona che fu poi ripulita dalle macerie. 

Una decina d’anni dopo, quel terreno abbandonato era ricoperto di erbe selvatiche. Ragazzini di corso Garibaldi iniziarono a giocare liberamente a calcio proprio lì, e lo battezzarono col nome 'e camp di cunej' ('il campo dei conigli'), poi generazioni successive lo chiamarono “la busa", perché appariva come un grande avvallamento chiuso da tre lati dalle rampe della via Reale verso il ponte, dalla rampa di corso Garibaldi e da quella di via 2 Giugno.

La 'Busa' è stata occupata poi da uno svincolo per l'immissione in via Reale e da una costruzione, che nessuno ha mai saputo cosa doveva essere e che non ha mai svolto alcuna funzione, oggetto di scambio per qualche fallimento. In mano a qualche tribunale o a qualche banca, fu messo all'asta al ribasso ogni anno senza che nessuno la comperasse (2019). Il prezzo di base d'asta scese a 150.000 euro. Nel 2020 l'acquistò una società ed ora (2021) vi si trova il centro commerciale "Tigotà"

 

bar-dollaro-busa.jpg (259836 byte)

 

 

la busa con nomi.jpg (421599 byte)

Quelli del bar Dollaro nel 1975 vi organizzarono pure un torneo di calcio con una propria squadra.  

la busanomi copia.jpg (400212 byte)

Alfonsine – 1975
La squadra di calcio del Bar Dollaro partecipò al "Torneo dla Busa" e vinse la coppa del 1° classificato.

 (cliccare o toccare le immagini per averne un ingrandimento)

busa1.jpg (472771 byte)

 (cliccare o toccare le immagini per averne un ingrandimento)

 

Parco della Rimembranza

Poco oltre (al punto n° 1-C nella mappa a destra) c’era il vecchio cimitero (1800-1913), poi Parco della Rimembranza (1924-1945), che andò dismesso con la costruzione della nuova Reale nel 1941 e su cui sono state costruite case nel dopoguerra. 
La sua eliminazione fu inevitabile. 

Si trovava a metà strada tra il macello e il ponte sul Senio. L'ingresso era nell'attuale via 2 giugno.

"Era il luogo sacro dedicato alla memoria di giovani alfonsinesi caduti nella prima guerra mondiale ('15/'18. 
"Si entrava nel prato da una grande e artistica cancellata sostenuta a un robusto muretto che lo proteggeva e lo rendeva più solenne. Lo attraversavano due vialetti a forma di croce; nel braccio trasversale, appena all'ingresso, quattro cipressetti ricordavano gli ufficiali: due Capitani a destra e due Sottufficiali a sinistra della cancellata. Nel resto del prato erano disposti in file ordinate a scacchiera altri quaranta cipressetti, uno per ogni soldato caduto. Attorno ad ognuno, tre paletti di legno, collegati a loro da una catenella, racchiudevano una piccola aiuola e una targa, fissata su di uno di loro, portava le generalità del giovane soldato. Il custode Renzo Montanari, grande invalido di quella guerra, amava il Parco e lo teneva con gelosa cura." 

(Lucia Berti "La sera a trèbb" p. 131)

Nel dopoguerra

Fu utilizzato per seppellire diversi soldati tedeschi morti in guerra, poi quel terreno fu edificato con alcune case.

parco rimembranza mappa oggi.jpg (505443 byte)

 (cliccare o toccare le immagini per averne un ingrandimento)

mappa-con-tutto.jpg (1297506 byte)

parco-rimembranza1.jpg (36500 byte)

1924    Prospetto della cancellata d'ingresso del "Parco della Rimembranza" dell'ing. Leopoldo Santoni

rimembranza.jpg (627960 byte)

Anni '30. Classe in visita al Parco della Rimembranza con la maestra Ada Giacomelli

 

 

parco-rimembranza-oggi-2021.jpg (353780 byte)

 

 

| Ricerche sull'anima di Alfonsine | Torna a "E Stradò" |