ravaglia-casa-corso.jpg (298205 byte)

Alfonsine

 

 


| Ricerche sull'anima di Alfonsine | Torna a "E Strad˛" |

Casa Ravaglia

 (cliccare o toccare le immagini per averne un ingrandimento)

NEL PUNTO 9   

(della mappa a destra) 

PRIMA DELLA GUERRA C'ERA: 

la palazzina di Ravaglia  
("i pargar¨l")

 

Vi abitava la famiglia Ravaglia, "i Pargarul", costruttori di aratri e arnesi agricoli. Era una palazzina rialzata di tre gradini dal marciapiede. 

Dei quattro figli: Francesco, che divent˛ noto per la realizzazione di un aeroplano interamente autocostruito, Ezio, Maria e Anita. 

Ezio, irrequieto e dall'intelligenza un po' sconvolta, emigr˛ in Francia, a Parigi, con il falso nome di Conte Cornelio Fiorevilla. 

Il soggiorno dur˛ poco tempo e al ritorno a casa continu˛ con le sue sofferenze di giovane nevrastenico e complessato. Anche la sua vita fu, purtroppo, breve. (da "E strad˛" di Lucia Berti)

La palazzina 

and˛ distrutta con la guerra

mappa ravaglia.jpg (655560 byte)

ravaglia-casa-aerea-prima-g.jpg (176527 byte)

 

ravaglia-casa-corso.jpg (298205 byte)

Nel dopoguerra 

Qui un signore detto "e professor", con la moglie Emma, costruý la propria casa e una bottega di alimentari detta "e butig˛".

  In seguito il tutto fu acquistato da Gianni Morelli, che dove c'era la bottega fece un negozio di riparazione TV e abit˛ nell'appartamento dietro. 

ravaglia-oggi.jpg (360643 byte)
  

| Ricerche sull'anima di Alfonsine | Torna a "E Strad˛" |