Alfonsine

| Alfonsine |

      cerca  in questo sito 

 
          

 

Di origine alfonsinese, con il poeta Aldo Spallicci 
fondò la "Società dei Canterini Romagnoli"

Domenico Giulio Cesare Martuzzi

(1885-1960)

D. G. Cesasre Martuzzi nacque ad Alfonsine nel 1885. Si diplomò nel 1904 come maestro di musica e di canto corale all'Accademia filarmonica di Bologna. 

Nel 1910  in collaborazione con il poeta Aldo Spallicci fondò la "Società dei Canterini Romagnoli",  e allestì concerti nelle principali città italiane. è vissuto sempre a Forlì dove ha svolto il suo ciclo di studi e dove è stato direttore di cori nel campo lirico, meritandosi l'elogio del compositore Mascagni. Quest'ultimo, in un autografo, lo definì "l'uomo più adatto..." in relazione a un posto come istruttore di cori a Udine. 

Seguì lo stesso Mascagni in una tournée in America, che non poté portare a termine perché richiamato al servizio militare (1916-1918). 

 Insegnò dal 1927 al 1944 nel Liceo musicale di Forlì. 

Sempre a Forlì, nel 1945, istituì la scuola "Polifonica Forlivese" nel cui repertorio figuravano anche sue composizioni. Negli stessi anni portò a termine e perfezionò un nuovo metodo di scrittura musicale  "Musicotipia" che semplificava e razionalizzava quello universalmente in uso e per il quale ottenne il brevetto. 

Compose "cante" di grande genialità musicale, e il mondo musicale s'interessò per anni della sua attività tanto che due case discografiche "La voce del padrone" e la "Columbia" incisero diverse sue esecuzioni. La sua opera musicale comprendeva composizioni per sole voci, distinte in poemetti, liriche, schizzi musicali, ballate e leggende ed i testi delle composizioni erano del poeta Spallicci. 

Fu anche profondo studioso della lingua romagnola.