Alfonsine

 | Alfonsine | Ricerche sull'anima di Alfonsine |

 

      cerca  in questo sito 

 
          

 

GIORGIO PRETI

un alfonsinese che morģ il 18 settembre 1945 a Katowice in Polonia, dopo aver trascorso 15 mesi a Bismarckłtte, in uno dei 45 sottocampi di concentramento di Auschwitz.

a cura di Luciano Lucci 


GIorgio Preti nacque a Alfonsine (Ra) il 13 giugno del 1921. Suo padre Giuseppe Preti aveva un negozio di cappelli sotto i portici della 'Violina". Aveva una sorella di nome Carla. Abitavano in via Mameli n° 19.

Era iscritto al secondo anno della facoltą di Economia e Commercio a Bologna quando fu inviato in guerra in Grecia.

 

DOPO L’8 SETTEMBRE 1943 SI TROVAVA IN GRECIA

I SOLDATI ITALIANI FURONO PRESI DAI TEDESCHI E COLLOCATI NEI VARI CAMPI DI CONCENTRAMENTO PER ESSERE MANDATI AL LAVORO.

Giorgio Preti fu inviato a Grajewo nella Bielorussia (Russia Bianca). Dopo una settimana fu trasferito in Polonia, al campo di lavoro di Bismarckłtte, sottocampo di Auschwitz, vicino all'acciaieria Bismarck, nella cittą di Chorzņw, tra Katovice e Gliwice.

Il 27 Gennaio il Lager venne liberato dai Russi. Ma Giorgio si era ammalato di pleurite. 
Fu ricoverato all'ospedale di Bismarckłtte.

Dopo alcuni mesi trascorsi all'ospedale di Bismarckłtte, ora campo sovietico di transito, l’8 maggio giunse finalmente la notizia della resa tedesca, con la conseguente fine della guerra. 

Il 9 luglio gli italiani, su ordine dei russi, dovettero trasferirsi in un altro ospedale, da dove poi sarebbero stati inviati in Italia. Lo spostamento era di 11 km. ma avvenne in condizioni disastrose, sotto la pioggia e su un carretto. Si trovņ in una specie di infermeria russa dove c'era solo lui e un altro ammalato di pleurite. La febbre era schizzata a 38,5°. Rimase lģ per 15 giorni, ma la febbre non calava. 

Il 24 luglio fu ricoverato in un ospedale di Katowice, in via Francuska 

Il 10 agosto 1945 scrisse una lunga lettera (che trovate qui sotto) ai genitori che venne consegnata da un suo amico con cui aveva convissuto i vari periodi in ospedale.
 Giorgio Preti morģ alle 20,30 del 18 settembre 1945 nell'ospedale di Katowice.

L'amico a cui aveva consegnato le sue memorie riuscģ a farle arrivare alla famiglia Preti che le stampņ nel 1946.

Sempre in quell'anno Giorgio Preti ebbe dall’Universitą di Bologna la Laurea "Honoris Causa" alla memoria degli studenti caduti.

Nel 1955 alle autoritą italiane e a quelle di Alfonsine arrivņ finalmente la  registrazione ufficiale dell'Atto di Morte:

"Atto di morte del Comune di Alfonsine n°14 II C del 1955. 
“… il suddetto Preti Giorgio č morto in seguito a malattia in prigionia ed č stato sepolto a Katovice (Polonia) nel cimitero cristiano della Chiesa di S. Maria – via Francuska – Tomba n°393”.

Nel 1959, dopo tredici anni di sforzi per riavere in Italia le povere spoglie di Giorgio, la famiglia Preti, coi due genitori Giuseppe Preti e Elena Pezzi, e con l'aiuto di Pellegrino Pezzi, un suo amico e cugino di Alfonsine, riuscģ a farle arrivare ad Alfonsine, da dove, fatto il funerale il 23 luglio, furono portate nel  Cimitero di Sant'Alberto - (Colombario G, tomba n°14), dove si trovano tutt'ora (2021), vicino alle tombe dei suoi cari.

preti-giorgio-funerale.jpg (267056 byte)

giorgio preti tomba.jpg (97187 byte)

 

Il diario scritto da Giorgio Preti 
dalla prigionia fino agli ultimi giorni.

(cliccare o toccare)

 

 

  | Alfonsine | Ricerche sull'anima di Alfonsine |